Festa Danzante

{{{datetime|date:'D'}}} {{{datetime|date:'j F'}}}
Il mio programma ({{favs.length}})Scarica il programma
lunedì, dalle 09:00 alle 17:00

Percorsodanza

details

Progetto di mediazione di Alessia Della Casa
Per Scuole Elementari e Primo ciclo di scuola media
Età: 6-11 anni
29 aprile, 30 aprile, 2 maggio

In occasione della Festa danzante viene proposto alle scuole del Ticino il progetto di mediazione “Percorsodanza”.
Sviluppato sul modello del percorsovita, il percorsodanza si rivolge alle scuole e alle organizzazioni che si occupano di mediazione culturale. All'interno della struttura ospitante viene installato un percorso illustrato che indica ai partecipanti come muovere, una alla volta, tutte le parti del corpo. Attraverso il percorsodanza si è portati a fare esperienza dei possibili movimenti del corpo per poi arrivare a creare dei "passi" propri, formando una danza.
L'approccio al movimento in forma espressiva è uno strumento che facilita lo sviluppo di una conoscenza di se stessi e del proprio corpo lasciando spazio al potenziale creativo individuale. Questa proposta vuole essere un’introduzione alla danza contemporanea per arricchire il ventaglio di attività di movimento presenti nella scuola e nei centri culturali, e aggiungere all'attività fisica una qualità espressiva.
A seguito dell’incontro questo formato potrà essere portato avanti dagli insegnanti grazie al pieghevole stampato che verrà consegnato a tutti i partecipanti.

Contatto: Alessia Della Casa, veicolodanza@gmail.com
Iscrizione entro il 20 marzo

Luoghi

Ticino, Svizzera

lunedì, dalle 10:00 alle 17:00

Triptyque (29 aprile - 5 maggio)

details

Web
http://antonello-montesi.com/

Kinesis 3D, AIEP @ Antonello & Montesi

Kinesis 3D, NOEMI, LAPZESON @ Antonello & Montesi

Triptyque, mostra fotografica 3D di Antonello & Montesi
Parco Nuseo Vincenzo Vela

Il 29 aprile, Giornata Internazionale della danza, grande anteprima al Museo Vincenzo Vela con un programma ricco e composito.
Nel Parco del Museo, dopo il grande successo dello scorso anno, viene proposta la mostra Triptyque, firmata da due grandi fotografi: Philippe Antonello e Stefano C. Montesi, che presenta ritratti in versione 3D e su grande formato (manifesti mondiali) dei vincitori dei Premi Svizzeri di danza 2017. Per mezzo di speciali occhialini sarà possibile conoscere, in versione tridimensionale, le straordinarie personalità di questi artisti, “catturati” in movimento durante il loro lavoro. Questo progetto nazionale è stato realizzato grazie alla collaborazione dell’Ufficio federale della cultura e Reso Rete danza. Quale migliore location dunque del Museo Vincenzo Vela - unica istituzione museale federale presente in Ticino - per (ri)vedere questa specialissima esposizione?
In collaborazione con Ufficio federale della cultura, Reso - Rete danza

  • Adatto a famiglie

Luoghi

Museo Vela, Ligornetto, Svizzera

lunedì, dalle 10:45 alle 11:30

116th Dream

details

Web
http://www.ciesynergie.ch/

116th Dream, Cie Synergie @ Julien Mudry

116th Dream, performance di Cie Synergie

Per le scuole: 10.45 - 11.30
Per tutto il pubblico: 19.15 - 20.00

116th Dream è una sorta di sogno, una porta aperta su un mondo surreale e abitato da personaggi improbabili. Ispirata a quattro canzoni di Bob Dylan, una coppia di danzatori e un chitarrista, creano uno spazio performativo sempre diverso, con il desiderio di trovare – ognuno forte della propria individualità – un terreno comune e di dialogo attraverso la musica, lo spazio e l’improvvisazione. La drammaturgia, benché in divenire, è determinata da un elemento scenografico forte: un tappeto spugnoso e multicolore usato solitamente dai bambini come tappeto di gioco. L’interazione tra danza e musica, danzatori e musicista, produce paesaggi sempre nuovi e immerge i partecipanti in un’atmosfera immaginifica.

Interpreti Evita Pitara, Cédric Gagneur Coreografia Evita Pitara, Cédric Gagneur, musica Bruno Dias, chitarra

In collaborazione con Museo Vincenzo Vela e Performa Festival

  • Adatto a famiglie

Luoghi

Museo Vela, Ligornetto, Svizzera

lunedì, dalle 19:15 alle 20:00

116th Dream

details

Web
http://www.ciesynergie.ch/

116th Dream, Cie Synergie @ Julien Mudry

116th Dream, performance di Cie Synergie

Per le scuole: 10.45 - 11.30
Per tutto il pubblico: 19.15 - 20.00

116th Dream è una sorta di sogno, una porta aperta su un mondo surreale e abitato da personaggi improbabili. Ispirata a quattro canzoni di Bob Dylan, una coppia di danzatori e un chitarrista, creano uno spazio performativo sempre diverso, con il desiderio di trovare – ognuno forte della propria individualità – un terreno comune e di dialogo attraverso la musica, lo spazio e l’improvvisazione. La drammaturgia, benché in divenire, è determinata da un elemento scenografico forte: un tappeto spugnoso e multicolore usato solitamente dai bambini come tappeto di gioco. L’interazione tra danza e musica, danzatori e musicista, produce paesaggi sempre nuovi e immerge i partecipanti in un’atmosfera immaginifica.

Interpreti Evita Pitara, Cédric Gagneur Coreografia Evita Pitara, Cédric Gagneur, musica Bruno Dias, chitarra

In collaborazione con Museo Vincenzo Vela e Performa Festival

  • Adatto a famiglie

Luoghi

Museo Vela, Ligornetto, Svizzera

lunedì, dalle 20:00 alle 21:00

«Patrimonio culturale, danza!» - Premi svizzeri di danza

details

Web
https://www.mircompagnie.ch/
https://www.pasoadelante.ch/

Dimostrazione e incontro con Béatrice Goetz e P.A. Dance Academy Lugano

Premi svizzeri di danza «Patrimonio culturale, danza!»
È ormai una tradizione per il Museo Vincenzo Vela presentare uno dei progetti vincitori del Premio svizzero di danza - Premio Patrimonio. Durante quest’edizione sarà possibile conoscere il progetto «Patrimonio culturale, danza!» in cui gruppi di amateurs ripropongono perle del repertorio svizzero. I lavori selezionati verranno poi mostrati nell’ambito del Festival “Patrimonio culturale” che si svolgerà a Lucerna il prossimo giugno 2019.
Tra queste pièce si annovera Break’in Hearts reloaded (2007) della coreografa Béatrice Goetz che, con la sua MIR Compagnie, ha ricevuto il Premio Svizzero come migliore coreografia per gli anni 2013-2015. L’artista ha coinvolto la giovane crew della P.A. Dance Academy di Lugano, capitanata dall’insegnante Mattia Cantoni, che presenterà, in anteprima assoluta, un estratto del lavoro. Segue un incontro con gli artisti.
In collaborazione con Museo Vincenzo Vela

  • Adatto a famiglie

Luoghi

Museo Vela, Ligornetto, Svizzera

lunedì, dalle 20:30 alle 22:00

Breath Made Visible

details

Web
http://www.cclocarno.ch/

Breath Made Visible @ Zas Film AG

Breath Made Visible, di Ruedi Gerber (Svizzera, 2009), 80’

Racconta della vita e della carriera di Anna Halprin, nata nel 1920, pioniera della danza moderna americana, che ha contribuito a ridefinire il nostro concetto di arte moderna, affermando che la potenza del ballo può insegnare, guarire, e trasformare a tutte le età della vita. "Breath made visible, passato alla Semaine de la Critique al Festival di Locarno nel 2009, è un film su Anna Halperin, coreografa pionieristica americana. Ci introduce nella vita e nell’opera di questa icona della danza e della “performance” che fonde arte e vita. Nata nel 1920 nell’Illinois, pone e si pone le stesse domande da sette decenni: cos’è la danza? Perché danziamo? Per chi danziamo? Alla fine del film la risposta potrebbe essere: danzare è ciò che vediamo, sentiamo interiormente e
ascoltiamo. L’improvvisazione e la sperimentazione sono i mezzi più importanti dell’espressione creativa per Anna Halperin. Ha integrato ben presto nelle sue coreografie tutti i gesti e i movimenti naturali, così come le esperienze personali. Ogni luogo può servire da palcoscenico (una cucina, una bicicletta e persino l’oceano). A 82 anni si è lasciata trasportare dalle onde del Pacifico, creando in tal modo una nuova performance. Dopo i disordini di Los Angeles del 1965 ha fondato una compagnia multiculturale e multirazziale e nel 1971 si è espressa in modo molto critico sull’intervento americano nel Vietnam. Ciò ha contribuito a rende la sua arte ancora più credibile ed attuale. “Prima di ammalarmi di cancro vivevo la mia vita solo per la mia arte, dopo vivevo la mia
arte per la mia vita”. Questa è la professione di fede di Anna Halperin, che ritiene di essere guarita proprio grazie alla danza. Non considera la danza un’arte elitaria, al contrario ogni individuo è un ballerino o ballerina. La danza è divenuta un rimedio per la guarigione e la Halperin ha iniziato a lavorare con persone anziane e ammalati di Aids. Breath made visible mostra la vita e l’opera di Anna Halperin, dandoci un ritratto commovente di nuove e “vecchie” esibizioni, con materiale mai reso pubblico finora. Un magnifico omaggio ad una danzatrice, coreografa e pedagogista grandiosa". (www.artfilm.ch)

La proiezione del film fa parte del programma speciale: "Cinema e danza, una storia d’amore!"
Un'inedita collaborazione della Festa danzante con tutti i cineclub e i circoli del cinema del Ticino, che con entusiasmo propongono una breve rassegna di film svizzeri e internazionali sulla vasta produzione che vede il cinema incontrare la danza: un rapporto che, fin dalle origini, le due arti hanno coltivato. I motivi di questo intenso legame sono molti, non da ultimo che il cinema e la danza hanno in comune la stessa materia: il tempo e lo spazio.

  • Adatto a famiglie

Luoghi

GranRex Cinema, via Bossi, Locarno, Svizzera